Torna all’indice articoli../../../Mostre.html

L'Oscurità Naturale delle Cose (Photographs by Mario Giacomelli)

App Mario Giacomelli

Nella Mostra di Roma si cammina schiaffeggiati dalla bellezza dei suoi scatti che suoi pretini che fanno il girotondo sotto una abbondante nevicata:

"Non ho mani che mi accarezzino il viso" è il titolo di questa straordinaria produzione che con un titolo così non ha bisogno di altri commenti...

Le fotografie di Mario Giacomelli ci riportano in quell'Italia che non c'è più, fatta di gente semplice, di contadini con le loro tradizioni che 50 anni fa vivevano ancora in una civiltà agricola incontaminata dal progresso che piano piano avrebbe globalizzato anche loro.


Le donne nere vestite a lutto di Scanno diventano tratti di disegno fatti al carboncino e diventano un tutt'uno con lo stile grafico proprio del Fotografo marchigiano. La fusione dello stile che diventa coerente dalla figura umana al paesaggio.


Questa mostra mi è piaciuta. Senza mezzi termini, senza mezze misure, senza errori o forzature. Giacomelli fa clamore per la vitalità che esce dai suoi scatti ma nelle sue immagini non ci sono urla ma solo voci sommesse e rumori ovattati di un vissuto lontano e presente.


Roberto Gabriele