Documentari Video di Roberto Gabriele


Per fortuna ho vissuto abbastanza a lungo per riuscire a crescere con la Fotografia e, senza pentirmi o cambiare strada, adesso sento il bisogno di affiancare al mio lavoro anche i Video.


La Fotografia è il mio linguaggio visivo con il quale comunico da 25 anni, da poco sto invece trovando una grande passione per i Video come espressione multimediale della mia Arte.


I Video mi permettono di raccontare i miei viaggi usando un linguaggio nuovo, da documentarista e non da Turista. Il Documentario da voce agli Ultimi. Raccontare l’Africa con le foto è una meravigliosa esperienza ma il Video è la grande novità del mio lavoro.


I Video che sto pubblicando in questa pagina sono frutto di miei Viaggi fatti in Africa con la ONG Bambini nel Deserto con la quale sto collaborando da più di 2 anni per documentare alcuni Progetti realizzati in Marocco e in Burkina Faso.


L’Africa ha bisogno di comunicare la sua bellezza, la sua forza e la sua disperazione, i Video che realizzo servono a questo. La mia Africa è fatta innanzitutto di persone che vivono la loro esistenza con uno stile di vita lontano e ben diverso dal nostro.


Mi piace girare Documentari per avvicinarmi alle persone e farli aprire di fronte alle mie interviste. Ciascuno racconta un pò di sè stesso, della sua vita, il Documentario raccoglie le storie più belle e le diffonde al mondo intero facendo in modo che quelle storie possano essere conosciute e condivise.


Aiutare e cooperare non significa mandare soldi, significa invece rimboccarsi le maniche e fare qualcosa di pratico e di operativo per chi ne ha bisogno. I soldi servono, ma molto più importante è fare in modo che le Popolazioni ricevano gli strumenti culturali per autodeterminarsi e crescere a loro volta nell’istruzione e nell’imprenditoria.


Cosa c’è di più bello che sentirsi migliorare sè stessi e gli altri??? Ecco il perchè attraverso il Video cresco io stesso come Professionista e aiuto nel mio Piccolo l’Africa a far parlare di sè...


Partire da Latina, dal mio Studio Fotografico, attraversare il Mediterraneo per andare a fare le mie Vacanze nel Continente nero è una grande opportunità che ho per scoprire me stesso attraverso la conoscenza degli Altri, anche di quelli che apparentemente hanno molto meno di noi, ma che sicuramente nella loro povertà sono molto più sereni e a volte più felici.

LA SARTA DI BOBO

Documentario a cura di Roberto Gabriele

per Bambini nel Deserto Organizzazione Umanitaria.


La Sarta di Bobo è il documentario di un Progetto di microcredito (Attività Generatrice di Reddito) realizzato a Bobo Dioulasso in Burkina Faso dalla ONG Bambini nel Deserto.


Questa donna ha ricevuto un prestito di circa 1500 Euro dalla Organizzazione Umanitaria Bambini nel Deserto per iniziare un'attività di sartoria. Restituirà pian piano la cifra ripagandola con il suo lavoro che potrà far sviluppare nel suo Paese.


In questo modo si aiuta a contenere il fenomeno delle migrazioni: gli Africani trovano il modo di lavorare nella loro Terra di origine e non sono costretti dalla fame a rischiare la vita espatriando in Paesi che spesso li tengono in uno stato di povertà peggiore di quello che avevano in Africa prima di partire.

IL BARRAGE DI BASSI E ZANGA

Documentario a cura di Roberto Gabriele

per Bambini nel Deserto Organizzazione Umanitaria.


Documentario di Roberto Gabriele per Bambini nel Deserto Organizzazione Umanitaria.


Storia della costruzione di una diga in Burkina Faso nei villaggi di Bassi e Zanga.


L'opera finanziata dalla ONG Bambini nel Deserto è in funzione dal 2008 ed è rivolta a favore di circa 500 Beneficiari che grazie ad essa hanno pesce da pescare e acqua per coltivare i loro campi e abbeverare gli animali nei mesi di siccità.

Les Forgerons - I Fabbri tradizionali di Ouagadougou - Burkina Faso

Documentario a cura di Roberto Gabriele

per Bambini nel Deserto Organizzazione Umanitaria.


Documentario di Roberto Gabriele e Simona Ottolenghi per raccontare la storia di 10 fabbri tradizionali di Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso.


Si tratta dell’intervista (raccolta in lingua Morè e sottotitolata in Italiano) che abbiamo fatto al Titolare di questa attività in cui ogni giorno si lavora in condizioni di altissimo rischio infortuni. Gli operai lavorano senza alcun DPI (Dispositivo Protezione Individuale) e quindi senza guanti rischiando ustioni, senza scarpe camminando a piedi scalzi tra i ferri arrugginiti (rischio tagli e tetano), senza occhiali di protezione (rischiando la vista a causa di schegge e scintille), senza elmetti rischiando urti e martellate.

Queste persone avrebbero bisogno anche di attrezzature per il taglio del ferro che viene fatto ancora a martellate rischiando autoamputazioni degli arti (mani e piedi)....


Bambini nel Deserto Organizzazione Umanitaria sta cercando un finanziatore che si faccia carico di sponsorizzare poche migliaia di euro per dotare queste persone di una tettoia sotto la quale lavorare anche durante la stagione delle piogge che per loro è quella in cui hanno più lavoro ma in cui sono costretti a fermarsi ogni volta che il tempo non permette di lavorare. L’Azienda Sponsor dovrebbe anche provvedere a dotare le persone delle idonee protezioni per preservare la loro salute e permettergli di lavorare meglio e più a lungo.

PerCorso Fotografico in Marocco

RAI 3, Mediterraneo, puntata del 15 aprile 2012.


Fare un Corso di Fotografia in Marocco è una meravigliosa esperienza sia per chi impara che per chi insegna. Lo Studio Fotografico di Roberto Gabriele ha organizzato un viaggio con 10 Allievi tra le dune di Merzouga appositamente per fare foto, per molti di loro era la primissima esperienza con la fotografia. I risultati straordinari a livello qualitativo sono stati utilizzati da Mediterraneo per la sigla di chiusura di una puntata del Programma.


Il nostro Corso era anche un Percorso fotografico fatto tra i progetti realizzati dalla ONG Bambini nel Deserto, una Organizzazione non Governativa che si occupa di cooperazione internazionale.


Partiti dalla caotica Marrakech con la sua medina ricolma di merci e persone siamo arrivati nel silenzio profondo della duna sabbiosa di merzouga abitata dai Berberi e dai loro dromedari...


Complimenti a tutti gli Allievi per il risultato ottenuto e un sincero GRAZIE a Bambini nel Deserto per aver organizzato tutto questo e a Adelaide Costa della Redazione di Mediterraneo per aver raccolto il materiale e per la sua diffusione in RAI.